MondoCina.it

Lunedi', 11 Dicembre 2017

Monastero di Drigung

E' uno dei pochi monasteri tibetani dove si svolge il macabro e misterioso rituale dei "funerali celesti". Vi sono però anche altri motivi per affrontare il viaggio di 150 chilometri tra Lhasa e il monastero di Drigung.

Il primo di questi motivi è legato al fatto che il viaggio stesso è un’esperienza: le strade che raggiungono Drigung passano per altipiani desolati e deserti d’alta quota, ed offrono quei panorami che da soli giustificano una vacanza in Tibet. Il monastero di Drigung merita una visita anche per la sua posizione. E’ infatti arroccato su una montagna che domina una vallata particolarmente suggestiva.

Non vi è dubbio, tuttavia, che il monastero di Drigung sia conosciuto soprattutto per i "funerali celesti". Questo rituale è uno dei più misteriosi del buddismo lamaista. I corpi dei defunti vengono impacchettati e trasportati a dorso d’uomo fino al monastero. I cadaveri vengono posizionati nel cortile del complesso monastico e i lama, attraverso le preghiere, celebrano il rituale del trasferimento della coscienza dei defunti. A questo punto i corpi vengono trasportati nel carnaio, sulla cima della montagna. E’ qui, lontano da occhi indiscreti, che i cadaveri sono squartati a colpi di accetta e lasciati in pasto agli avvoltoi.

Il monastero di Drigung risale al XII secolo, ma è stato ristrutturato di recente. E’ possibile pernottare all’interno del complesso monastico. I monaci affittano alcune stanze, essenziali ma sufficientemente pulite.

Scopri cosa devi fare per ottenere il visto cinese.

Vai alla pagina dei visti

Le più complete guide in italiano sui trasporti cinesi.

Vai alle guide sui trasporti

Questo sito utilizza cookie suoi e di terze parti per rendere la navigazione più facile e per inviare pubblicità in linea con le preferenze degli utenti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo dei cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su uno qualsiasi dei suoi elementi o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’utilizzo dei cookie.