MondoCina.it

Venerdi', 20 Ottobre 2017

Città di Guilin

La città di Guilin, situata nella provincia meridionale del Guangxi, è stata la prima località cinese ad aprirsi al turismo internazionale, all’inizio degli Anni ’80. Non deve stupire, dunque, il fatto che in trent’anni sia diventata decisamente più grande, nonché più simile alle altre città cinesi.

Guilin è una città da due milioni di abitanti, con grandi arterie viarie, centri commerciali enormi e un’infinità di alberghi. Il turismo ha irrimediabilmente mutato l’atmosfera che si respira in città, ma Guilin continua ad essere una meta piacevole da visitare. I picchi carsici, quelli che hanno reso questa zona della Cina famosa in tutto il mondo, si trovano anche all’interno della città, tra pagode vecchie di secoli e moderni edifici residenziali.

La bellezza di Guilin è stata esaltata da poeti, scrittori e pittori, che hanno trasformato questa antica città in un simbolo estetico, in uno stereotipo dell’armonia della natura. Vale la pena, dunque, di visitarla, anche se il consiglio è di rimanerci soltanto il tempo necessario per vedere le attrazioni principali. Dopotutto i turisti si recano nel Guangxi per ammirare i magnifici rilievi calcarei che si innalzano nella campagna. E allora farete bene a lasciarvi alle spalle il panorama urbano di Guilin, per recarvi, magari con una crociera sul fiume Li, nelle campagne che si trovano intorno a Yangshuo.

Il centro di Guilin è attraversato dalla Zhongshan Lu, un viale che corre parallelo al fiume. E’ in questa zona che sono concentrati gli alberghi e i centri commerciali della città, ed è vicino alla parte settentrionale della Zhongshan Lu che si trova il picco calcareo più famoso di Guilin: quello della Bellezza Solitaria. Arrampicatevi fino alla cima, da dove si gode di un superbo panorama sulla città e sul fiume Li. Il picco è alto 65 metri e vi è una scalinata di 306 gradini che conduce alla cima.

Sulla stessa sponda del fiume, ma nella parte meridionale del centro cittadino, c’è invece una curiosa formazione rocciosa che prende il nome di Collina della Proboscide dell’Elefante, mentre nei pressi della sponda orientale vi è il piacevole Parco delle Sette Stelle. Nel parco vi sono diversi picchi calcarei e numerose grotte, decorate da iscrizioni antiche di secoli. Vale la pena di visitare anche la Grotta del Flauto di Canna, che è situata nella parte nord-occidentale della città. Nella grotta vi sono una serie di stalattiti davvero impressionanti, illuminate da luci di diversi colori. Il luogo è molto suggestivo, ma è sempre affollato di turisti.

Scopri cosa devi fare per ottenere il visto cinese.

Vai alla pagina dei visti

Le più complete guide in italiano sui trasporti cinesi.

Vai alle guide sui trasporti

Questo sito utilizza cookie suoi e di terze parti per rendere la navigazione più facile e per inviare pubblicità in linea con le preferenze degli utenti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo dei cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su uno qualsiasi dei suoi elementi o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’utilizzo dei cookie.