MondoCina.it

Venerdi', 18 Agosto 2017

Un simbolo di onnipotenza umana

Corre per oltre 6.000 chilometri lungo la Cina settentrionale ed è una delle costruzioni più imponenti dell’antichità. La Grande Muraglia è una delle tappe obbligate di un viaggio nel Regno di Mezzo ed è certamente l’escursione più popolare tra quelle che si possono fare da Pechino, che è situata a una settantina di chilometri dal suo tratto orientale. Ad iniziarne la costruzione fu l’imperatore Qin Shihuang, lo stesso dei Guerrieri di Terracotta di Xian, che unificò la Cina nel 221 a.C.

Qin Shihuang decise di collegare le mura difensive erette dai regni che aveva occupato, ma bisognerà aspettare diversi secoli prima che la Grande Muraglia assuma le sembianze attuali. Gli ultimi grandi lavori, se si escludono quelli recenti di ristrutturazione, furono eseguiti dalla dinastia dei Ming, tra il XV e il XVII secolo. La Grande Muraglia doveva avere funzioni difensive, ma a dire il vero non riuscì sempre ad arginare le potenze straniere. I mongoli, ad esempio, la attraversarono nel XIII secolo, fondando a Pechino la dinastia imperiale degli Yuan. I mancesi, invece, la espugnarono nel 1644 e anche loro si stabilirono alla corte di Pechino, dando vita alla dinastia dei Qing.

La Grande Muraglia fallì dunque il principale dei suoi obiettivi, ma ne centrò un altro: facilitò le comunicazioni tra i diversi territori di un impero vastissimo. La muraglia è formata da un articolato sistema di torri e di bastioni, situati a poche centinaia di metri di distanza l’uno dall’altro. In questo modo il soldato di guardia ad un bastione poteva comunicare una notizia al soldato che era di guardia ad un altro bastione, che a suo volta rigirava il messaggio al soldato che si trovava sulla torretta successiva. Un ordine imperiale poteva dunque viaggiare in poche ore per migliaia di chilometri.

La Grande Muraglia è stata in parte abbandonata durante il maoismo e la Rivoluzione Culturale. I lavori di restauro sono iniziati quando la Cina si è aperta al turismo, lavori che l’hanno trasformata in una delle principali attrazioni del paese asiatico. Ma insieme all’interesse per la Grande Muraglia, è aumentato anche il numero di leggende e di notizie false che la riguardano. La più diffusa, ed assolutamente priva di fondamento, è quella secondo la quale la Grande Muraglia sarebbe visibile dalla luna. Generalmente si pensa inoltre che la Grande Muraglia sia un solo muro che corre per migliaia di chilometri, ma non è così. E’ piuttosto un sistema formato da mura e da difese naturali che si estende per 8.800 chilometri (???), poiché in diversi punti, per la conformazione del territorio, non è stato necessario costruire una protezione artificiale.

Scopri cosa devi fare per ottenere il visto cinese.

Vai alla pagina dei visti

Le più complete guide in italiano sui trasporti cinesi.

Vai alle guide sui trasporti

Questo sito utilizza cookie suoi e di terze parti per rendere la navigazione più facile e per inviare pubblicità in linea con le preferenze degli utenti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo dei cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su uno qualsiasi dei suoi elementi o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’utilizzo dei cookie.