MondoCina.it

Lunedi', 11 Dicembre 2017

In Cina

La Cina alla conquista dello spazio: lanciato un modulo per il laboratorio orbitante

JIUQUAN – Il programma spaziale cinese procede a pieno ritmo. Dalla base di Jiuquan, nella provincia occidentale del Gangsu, è stato lanciato il modulo Tiangong-1 con un’operazione che i media hanno definito come una “pietra miliare” nella conquista cinese dello spazio. Il modulo è uno degli elementi necessari ai test che precederanno la messa in orbita del primo laboratorio di progettazione cinese, che dovrebbe essere completato entro il 2020.

Scontro tra due convogli nella metro di Shanghai: i feriti sono 284

SHANGHAI – “E’ accaduto di nuovo”. Questo messaggio è rimbalzato di cellulare in cellulare e di social network in social network, nelle ore successive al più grave incidente mai accaduto nella metro di Shanghai. Due convogli si sono scontrati alle 14.50 di martedì sulla linea 10, che collega il centro della metropoli all’aeroporto e alla stazione ferroviaria di Hongqiao. I feriti sono 284, di cui una ventina in modo grave.

L’uomo più ricco di Cina entrerà nella Commissione centrale del Partito comunista

PECHINO – Ci sono voluti sessant’anni prima che i comunisti cinesi sdoganassero il capitalismo attraverso una celebre fase di Deng Xiaoping: “Arricchirsi è glorioso”. Sono invece ottanta gli anni che sono stati necessari al Partito comunista cinese per accettare i capitalisti al suo interno, con una storica decisione assunta da Jiang Zemin. Un decennio dopo, nell’anno del novantesimo anniversario del Pcc, dai palazzi del potere di Pechino filtra una notizia che può essere considerata come la naturale evoluzione di questo processo d’apertura: Liang Wengen, l’uomo più ricco di Cina, siederà tra le fila della Commissione centrale, uno dei massimi organi decisionali del Partito.

Scontri per la terra nel Guangdong, i contadini attaccano i palazzi del potere

GUANGZHOU – Il processo di espropri e demolizioni continua a minare la stabilità sociale delle campagne cinesi. A Lufeng, nella provincia meridionale del Guangdong, un migliaio di persone è sceso in strada per protestare contro la politica di trasferimenti forzati del governo locale. Le manifestazioni, che si sono protratte per tutta la settimana, sono sfociate in una serie di episodi violenti.

Risveglio ambientalista in Cina: chiuse due fabbriche inquinanti

PECHINO – Uno dei maggiori inquinatori a livello mondiale sta scoprendo di avere un’anima ambientalista. In Cina si moltiplicano le proteste dei cittadini contro fabbriche inquinanti e pratiche che danneggiano l’ambiente. Con una novità rispetto al passato: le autorità, un tempo reticenti, hanno iniziato ad ascoltare gli appelli della popolazione.

Quattro uiguri condannati a morte per gli scontri di luglio

URUMQI – Quattro persone di etnia uigura sono state condannate a morte per gli scontri avvenuti a luglio nelle città di Hotan e Kashgar, nell’estremo Ovest cinese. A riportarlo è lo Xinjiang Fazhi Bao, un quotidiano a controllo governativo. I capi d’imputazione spaziano dal terrorismo all’omicidio.

  • «
  •  Start 
  •  Prev 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  9 
  •  10 
  •  Next 
  •  End 
  • »

Page 1 of 26

Questo sito utilizza cookie suoi e di terze parti per rendere la navigazione più facile e per inviare pubblicità in linea con le preferenze degli utenti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’utilizzo dei cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su uno qualsiasi dei suoi elementi o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’utilizzo dei cookie.